Università di Genova ed Enoteca insieme per il vino dell’ovadese

 In Uncategorized

Venerdì 25 gennaio alle ore 18:00 appuntamento all’Enoteca Regionale di Ovada e del Monferrato per l’avvio della seconda fase del Master Universitario di I livello “Imprenditorialità nel settore creativo per i beni culturali e in particolare i siti UNESCO”.

Il Master (si tratta della prima edizione, finanziata con Fondi della Regione Liguria FSE 2014-2020, Delibera di Giunta Regionale n° 361, 5/5/2017” è organizzato dall’Università degli Studi di Genova, Dipartimento di Economia.

Ha preso avvio nel mese di giugno 2018 con la partecipazione di 20 studenti provenienti da diverse Regioni, selezionati in base anche alla qualità delle idee progettuali presentate.

Dopo i primi mesi di lezioni e incontri in aula organizzati presso la sede dell’Università di Genova, nel mese di gennaio 2019 prende avvio la seconda fase, che si concretizza in un periodo di lavoro presso soggetti ospitanti (Enti, Società, Associazioni) sulla base di convenzioni specifiche stipulate con l’Università di Genova.

Anche l’Enoteca Regionale di Ovada e del Monferrato, in collaborazione con l’Associazione LAND.IS (partner del Master), ha dimostrato interesse per un coinvolgimento attivo nel progetto; avrà così l’opportunità di ospitare nei prossimi mesi una partecipante, la Dr.ssa Vigna, per impostare una serie di studi e analisi del contesto ovadese in termini di pianificazione territoriale e turistica.

Mario Arosio Presidente dell’Enoteca Regionale dichiara: “La collaborazione scientifica con l’Università di Genova è per noi una grandissima opportunità oltre ad un forte motivo di vanto, da una parte infatti è chiaro il riconoscimento del nostro Ente quale interlocutore essenziale per le tematiche del marketing territoriale e dello sviluppo locale nell’ovadese. Con questo tirocinio, che sarà seguito dal dottor Lanza, potremo arrivare alla creazione di un progetto di brand identity e, grazie alle competenze che la dottoressa Vigna ha acquisito nel master, indagare efficacemente sui temi dell’economia del turismo uno dei più importanti fattori di sviluppo per le aree che devono affermarsi”.

La prof.ssa Paola Dameri è la direttrice di questo master: “ Si tratta di una esperienza unica in Italia: vi sono infatti numerosi master e corsi di laurea in gestione dei beni culturali, ma nessun percorso formativo rivolto ad aspiranti imprenditori nel settore culturale e creativo. Seppure alla prima edizione, l’esperienza è stata molto positiva: altissime le domande di partecipazione, aperta la collaborazione con numerose organizzazioni culturali, enti pubblici locali, imprese creative. Per questo contiamo di progettare fin da subito la seconda edizione”.

Durante il percorso del tirocinio, che sarà semestrale, si arriverà allo sviluppo di un vero e proprio modello imprenditoriale che potrà essere replicato in altri territori, l’Ovadese sarà quindi un laboratorio per un progetto innovativo e qualificato.

Post recenti

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca